Istruzione: i programmi dei partiti a confronto

Abbiamo raccolto le proposte sull’istruzione dei principali schieramenti in vista delle elezioni politiche del 25 settembre, indicando quali sono prive di coperture economiche
ANSA/FABIO FRUSTACI
ANSA/FABIO FRUSTACI
Domenica 25 settembre 2022 si terranno in Italia le elezioni politiche per rinnovare i membri del Parlamento. Nelle scorse settimane, i partiti e le coalizioni hanno presentato i loro programmi (qui trovi tutti i testi) con le proposte che intendono adottare se riusciranno ad andare al governo.

Dalla coalizione di centrodestra, formata da Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia, fino a Italexit di Gianluigi Paragone, abbiamo raccolto le principali proposte dei vari schieramenti sull’istruzione, indicando quali sono prive di coperture economiche. Su 51 proposte, in 41 casi (l’80 per cento) le varie liste non hanno spiegato da dove prenderanno le risorse per finanziarle, in 5 casi (il 10 per cento) le coperture sono incerte e in altri 5 casi (il 10 per cento) le proposte sono a costo zero.

Scopri indecis.it, il sito per confrontare i programmi elettorali
Coalizione di centrodestra (Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia, Noi moderati)

Piano per l’eliminazione del precariato del personale docente e investimento nella formazione e aggiornamento dei docenti. Coperture non indicate

Ammodernamento, messa in sicurezza, nuove realizzazioni di edilizia scolastica e residenze universitarie. Coperture non indicate

Allineamento ai parametri europei degli investimenti nella ricerca. Coperture non indicate

Reintroduzione e rafforzamento del sistema del prestito d’onore per studenti universitari. Coperture non indicate

Forza Italia

Riconoscimento della libertà di scelta delle famiglie attraverso il “buono scuola”. Coperture non indicate

Apertura del bando di concorso per l’abilitazione al sostegno agli psicologi anche per la scuola primaria e dell’infanzia. Coperture non indicate

Introduzione nel programma scolastico di un’ora curricolare di educazione emotiva per avere un confronto con i genitori non solo sulla didattica ma anche sulla personalità degli alunni. Coperture non indicate

Nuovi fondi per scuola e università per impianti di sanificazione e purificazione dell’aria, tramite ventilazione meccanica degli ambienti. Coperture non indicate

Conclusione della riforma delle lauree abilitanti e revisione dei curricula formativi. Coperture non indicate

Fratelli d’Italia

Valorizzazione degli Istituti tecnici e riforma dei Percorsi trasversali per le competenze e l’orientamento (Pcto). Ripristinare gli indirizzi di studio abilitanti al lavoro. Intervento straordinario sull’edilizia scolastica, per scuole sicure, moderne ed ecosostenibili. Coperture non indicate

Tutela delle scuole paritarie e libertà di scelta educativa delle famiglie, anche attraverso l’introduzione di voucher da poter spendere liberamente nelle diverse strutture scolastiche. Coperture non indicate

Progressivo allineamento degli stipendi del corpo docente alla media europea. Coperture non indicate

Revisione dell’attuale sistema 3+2. Riforma del diritto allo studio, stop alle differenze regionali e potenziamento di sussidi e borse di studio. Coperture non indicate

Riforma del sistema di accesso alle facoltà a numero programmato e riforma della legge sulla formazione specialistica medica, attraverso un sistema che preveda la selezione. Coperture non indicate

Lega

Potenziamento insegnanti di sostegno: non più soli dopo i 18 anni di età, su modello “Aut Academy” da estendere su scala nazionale. Coperture non indicate

Stop alla propaganda a scuola. Consenso dei genitori per qualunque proposta educativa inserita nella domanda di iscrizione, nel patto educativo di corresponsabilità, nel piano dell’offerta formativa e nelle varie attività laboratoriali e/o progettuali. Costo zero

Detraibilità fiscale delle spese di istruzione per l’acquisto di libri e cancelleria. Coperture non indicate

Eliminazione del numero chiuso per i corsi universitari in Medicina. Coperture non indicate

Partito democratico

Allineamento degli stipendi degli insegnanti alla media europea entro i prossimi cinque anni. Coperture non indicate

• Scuola dell’infanzia gratuita e obbligatoria e incremento del fondo nazionale, per garantire la progressiva gratuità dei servizi educativi 0-3 anni per i nuclei familiari a basso Isee. Coperture non indicate

Gratuità dei libri di testo e accesso universale e gratuito di bambine e bambini alle mense scolastiche. Coperture non indicate

Aumento dei docenti di ruolo di sostegno per affiancare nel percorso scolastico tutte le persone con disabilità ed estensione del tempo pieno. Coperture non indicate

Istituzione di un sistema di welfare studentesco che innalzi la no-tax area e definisca i livelli essenziali di prestazione per l’accesso ai servizi del diritto allo studio. Coperture non indicate

Nuovi investimenti per abbattere barriere architettoniche e sensoriali in scuole e impianti sportivi e sostenere l’acquisto di ausili da destinare a persone con disabilità, in particolare giovani. Coperture non indicate

Alleanza Verdi-Sinistra

Estensione del tempo scuola (tempo pieno e tempo prolungato, a seconda dei diversi ordini di scuola) in tutte le scuole del territorio nazionale ed estendere l’obbligo scolastico a 18 anni. Coperture non indicate

Gratuità dell’istruzione, dal nido all’università, per tutte e tutti e assunzione di un numero molto più ampio di docenti a tempo indeterminato, stabilizzando coloro che insegnano precariamente da più tempo. Coperture non indicate

Allineamento dei finanziamenti ordinari al sistema dell’istruzione alla media europea (6 per cento del Pil). Coperture non indicate

Cancellare l’attuale legislazione relativa ai Pcto. Costo zero

Educazione sessuale ed affettiva con più cicli annuali a partire dall’ultimo anno della scuola primaria, poi con cadenza biennale dal primo anno della scuola secondaria inferiore. Coperture non indicate

Più Europa

Aumentare di almeno l’1 per cento del Pil nel corso della legislatura la spesa per la formazione e istruzione. Coperture non indicate

Rafforzare i programmi di Pcto, ampliando l’offerta e coinvolgendo in essa anche le piccole-medie imprese. Coperture non indicate

Riduzione del ciclo scolastico da 13 a 12 anni, a parità di giorni di frequenza, rimodulando in maniera complessiva i cicli scolastici e portando la scuola dell’obbligo a 18 anni di età. Coperture non indicate

Estensione dell’opzione tempo pieno a tutte le scuole primarie. Coperture non indicate

Incentivi tramite i quali i professori con i migliori risultati in termini di preparazione degli studenti ottengano un premio annuale aggiuntivo. Coperture non indicate

Superare il valore legale del titolo di studio. Costo zero

Impegno civico

Più investimenti in scuola, università e ricerca. Coperture non indicate

Sostegno economico ai fuorisede. Coperture non indicate

Nuovi strumenti per il riscatto della laurea. Coperture non indicate

Movimento 5 stelle

Adeguamento stipendi degli insegnanti ai livelli europei. Coperture non indicate

Più psicologi e pedagogisti per fornire un sostegno ai nostri ragazzi e a tutta la comunità scolastica. Coperture non indicate

Aumento dei fondi per università e ricerca a favore di studenti, ricercatori e personale tecnico e amministrativo. Coperture non indicate

Riduzione del numero chiuso per l’accesso all’università. Coperture non indicate

Azione-Italia viva [1]

Obbligo scolastico fino a 18 anni di età e tempo pieno per tutti. Coperture incerte

Rinnovo dei contratti dei docenti. Coperture incerte

Introduzione di un incentivo economico a docenti appositamente formati che rimangano, per almeno un ciclo di istruzione, in una scuola ad alta concentrazione di studenti a rischio abbandono e con tassi di dispersione implicita ed esplicita superiori alla media nazionale. Coperture incerte

Introdurre l’educazione civica in tutti i programmi scolastici. Coperture incerte

Riqualificare in dieci anni tutti gli edifici scolastici. Coperture incerte

Italexit

Adeguamento degli stipendi degli insegnanti su base Istat e congruo rinnovo contrattuale. Coperture non indicate

Ridurre l’età pensionabile a docenti e personale Ata aggiungendo ogni cinque anni un anno di contributi figurativi. Coperture non indicate

Eliminare le prove Invalsi ed eliminazione dell’alternanza scuola-lavoro in tutti gli istituti. Costo zero

Aumento in cinque anni dello 0,2 per cento della quota di Pil destinato all’università di cui almeno la metà da dedicare al diritto allo studio. Coperture non indicate

[1] Alle proposte di Azione-Italia viva abbiamo assegnato Coperture incerte perché il programma elettorale prevede di finanziare gli interventi proposti con la lotta all’evasione fiscale e la riduzione della spesa in acquisti della pubblica amministrazione, senza fornire però cifre precise.
Pagella Politica

Sostieni Pagella

Aiutaci a realizzare il nostro progetto per una nuova informazione politica in Italia.
La politica senza chiacchiere
Unisciti a noi
Newsletter

il franco tiratore

Dal lunedì al venerdì alle 18
La newsletter quotidiana curata dal direttore Giovanni Zagni. Uno sguardo critico e affilato per concludere la giornata, un punto sui personaggi e gli eventi della politica italiana.

Ultimi articoli