indietro

È vero che la povertà in Italia è triplicata negli ultimi 15 anni?

| 31 agosto 2022
La dichiarazione
«In Italia la povertà assoluta è triplicata negli ultimi 15 anni»
Fonte: Corriere della Sera | 30 agosto 2022
ANSA/GUIDO MONTANI
ANSA/GUIDO MONTANI
Verdetto sintetico
Il presidente della Regione Lazio ha sostanzialmente ragione.
In breve
  • Secondo Istat, nel 2021 il 9,4 per cento della popolazione in Italia viveva in povertà assoluta, contro il 3,1 per cento del 2007. TWEET
  • In 15 anni, il numero di famiglie in povertà assoluta è passato dal 3,5 per cento sul totale al 7,5 per cento. TWEET
Il 31 agosto, in un’intervista con il Corriere della Sera, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha dichiarato che negli ultimi 15 anni, in Italia, la povertà assoluta è «triplicata».

Abbiamo verificato che cosa dicono i numeri e l’ex segretario del Partito democratico, candidato alla Camera alle prossime elezioni del 25 settembre, ha sostanzialmente ragione.

Quanti poveri ci sono in Italia

Le statistiche più aggiornate sul fenomeno della povertà in Italia sono state pubblicate dall’Istat il 15 giugno e fanno riferimento al 2021. Lo scorso anno, in Italia vivevano in povertà assoluta circa 5,6 milioni di persone, cifra pari al 9,4 per cento della popolazione, in linea con i dati del 2020. 

Stiamo parlando di cittadini che non raggiungono la spesa minima mensile per beni e servizi considerati necessari per mantenere uno standard di vita accettabile. La soglia della povertà assoluta non è fissa, ma varia a seconda della grandezza del nucleo familiare, dell’età dei suoi membri, dell’area del Paese e della grandezza della città in cui si vive. Per esempio, secondo i dati del 2021, una famiglia con un solo componente, che vive nel centro di una città metropolitana al Nord, è considerata in povertà assoluta se ha una spesa mensile inferiore agli 853 euro. 

Quindici anni fa, nel 2007, le persone che vivevano in povertà assoluta erano il 3,1 per cento sul totale della popolazione, percentuale «triplicata», come abbiamo visto, nel 2021 [1].

L’aumento del numero di famiglie che vive in povertà assoluta è stato più contenuto: nel 2007 erano il 3,5 per cento, nel 2021 il 7,5 per cento, poco più del doppio.

Il verdetto

Secondo Nicola Zingaretti, «in Italia la povertà assoluta è triplicata negli ultimi 15 anni». Abbiamo verificato e il presidente della Regione Lazio ha sostanzialmente ragione.

Secondo Istat, nel 2021 il 9,4 per cento della popolazione in Italia viveva in povertà assoluta, contro il 3,1 per cento del 2007. In 15 anni, il numero di famiglie in povertà assoluta è passato dal 3,5 per cento su tutte le famiglie residenti in Italia al 7,5 per cento.

***


[1] Selezionare in “Seleziona periodo” gli anni dal 2007 al 2021.
Pagella Politica

Sostieni Pagella

Aiutaci a realizzare il nostro progetto per una nuova informazione politica in Italia.
La politica senza chiacchiere
Unisciti a noi
Newsletter

il franco tiratore

Dal lunedì al venerdì alle 18
La newsletter quotidiana curata dal direttore Giovanni Zagni. Uno sguardo critico e affilato per concludere la giornata, un punto sui personaggi e gli eventi della politica italiana.

Ultimi fact-checking