indietro

Sì, De Luca ha stanziato 300 mila euro per una manifestazione per la pace

| 18 ottobre 2022
La dichiarazione
«De Luca ha approvato una delibera in Consiglio regionale che permetterà a lui di spendere fino a 300 mila euro per organizzare una manifestazione per la pace»
Fonte: Quarta repubblica | 17 ottobre 2022
ANSA
ANSA
Verdetto sintetico
Il leader della Lega ha ragione.
In breve
  • L’11 ottobre, la giunta regionale della Campania ha stanziato risorse, per un massimo di 300 mila euro, per organizzare il 28 ottobre, a Napoli, una manifestazione per la pace, contro la guerra in Ucraina. TWEET
  • I fondi saranno utilizzati, tra le altre cose, per installare il palco, i servizi igienici e organizzare un servizio di trasporto gratuito per i cittadini interessati a partecipare. TWEET
Il 17 ottobre, ospite a Quarta repubblica su Rete 4, il leader della Lega Matteo Salvini ha criticato il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, del Partito democratico, accusandolo (min. 23:10) di voler «spendere fino a 300 mila euro» per «organizzare una manifestazione per la pace» contro la guerra in Ucraina. Secondo Salvini, i fondi pubblici andrebbero spesi per ridurre le liste di attesa negli ospedali campani, e non per «pagare le bandiere, gli striscioni, i palchetti e i comizi» che verranno organizzati nel corso dell’evento. 

Ma davvero la Regione Campania ha stanziato 300 mila euro per organizzare un evento pubblico a favore della pace? Abbiamo verificato e Salvini ha ragione.

La manifestazione per la pace a Napoli

La manifestazione per la pace di cui parla Salvini è stata annunciata da De Luca a inizio ottobre e si terrà venerdì 28 ottobre nel centro di Napoli. L’obiettivo dell’evento, ha dichiarato il presidente della Regione Campania, è quello di promuovere «un cessate il fuoco in Ucraina della durata di un mese, per consentire a istituzioni di governo e statali o singole personalità di mettere in campo una concreta iniziativa di pace». La manifestazione sarà aperta ad «associazioni, istituzioni pubbliche, culturali e religiose». «Alla manifestazione sono invitati a partecipare tutti, più si allarga la partecipazione meglio è: se ci sono altre iniziative in direzione della pace va benissimo, non c’è nessun recinto chiuso», ha aggiunto De Luca parlando con la stampa. 

La Regione Campania ha anche inviato alle scuole del territorio regionale un vademecum contenente alcune linee guida da seguire per partecipare alla manifestazione. Il documento afferma per esempio che «le uniche bandiere ammesse durante la manifestazione sono quelle della pace, oltre a eventuali rami di ulivo», e stabilisce che «gli striscioni eventualmente preparati dalle scuole» dovranno avere slogan specifici: “Costruire la pace”, “Fermare l’atomica” o “Per un cessate il fuoco immediato”. 

I soldi per la manifestazione

L’11 ottobre, la giunta regionale campana ha approvato una delibera, contenuta nel Bollettino ufficiale della Regione Campania n. 87 del 17 ottobre, che stanzia «risorse fino a un massimo di 300 mila euro, a valere sul bilancio regionale» per favorire la partecipazione all’evento. Fonti della Regione hanno poi precisato a Repubblica che i fondi saranno utilizzati per finanziare servizi destinati alla protezione civile, l’installazione dei bagni pubblici, del palco e i pullman con cui i cittadini potranno raggiungere la piazza, come dichiarato da Salvini in tv. 

Il 18 ottobre De Luca ha risposto su Facebook alle accuse di Salvini, rilanciate dal leader della Lega anche sui social, invitandolo a fornire personalmente il necessario per l’organizzazione dell’evento, «magari con la mediazione di qualche oligarca russo».

Salvini non è stato l’unico politico a criticare l’iniziativa di De Luca. Il 17 ottobre Severino Nappi, consigliere regionale della Lega in Campania, ha scritto su Facebook di aver presentato un’interrogazione scritta per chiedere «la verifica della legittimità della spesa alla Corte dei Conti». Al momento della pubblicazione di questo articolo, l’interrogazione menzionata da Nappi non è pubblicamente disponibile sul sito della Regione Campania. 

Il verdetto

Secondo Matteo Salvini, il governatore della Campania Vincenzo De Luca ha stanziato «fino a 300 mila euro per organizzare una manifestazione per la pace», in riferimento all’iniziativa in programma a Napoli per il prossimo 28 ottobre. 

L’affermazione è corretta, come confermato dalla delibera della giunta regionale della Campania dell’11 ottobre. I fondi saranno utilizzati, tra le altre cose, per affittare i pullman che porteranno i cittadini all’evento, installare il palco centrale e i servizi igienici. 

AIUTACI A CRESCERE NEL 2023

Siamo una testata indipendente da partiti e grandi gruppi economici o editoriali. L’informazione politica che abbiamo in mente si basa su dati, fatti, numeri. E sul fact-checking rigoroso delle dichiarazioni dei politici. Se anche tu credi che si possa fare, puoi sostenere il nostro lavoro con soli 4 euro al mese.
Scopri che cosa ottieni
Newsletter

il franco tiratore

Dal lunedì al venerdì alle 18
La newsletter quotidiana curata dal direttore Giovanni Zagni. Uno sguardo critico e affilato per concludere la giornata, un punto sui personaggi e gli eventi della politica italiana.

Ultimi fact-checking