indietro

No, l’Ungheria non ha la crescita demografica più alta d’Europa

| 25 agosto 2022
La dichiarazione
«Il tasso di incremento demografico in Ungheria è il più avanzato d’Europa»
Fonte: Radio 24 | 24 agosto 2022
ANSA
ANSA
Verdetto sintetico
Il leader della Lega esagera.
In breve
  • Secondo i dati Eurostat più aggiornati, tra il 2019 e il 2021 la popolazione ungherese ha continuato a calare, mentre in molti Paesi dell’Unione europea è cresciuta. TWEET
  • Il tasso crudo di natalità in Ungheria è il dodicesimo più alto dell’Ue, mentre il tasso di fecondità totale è settimo. TWEET
Il 24 agosto, ospite a 24 Mattino estate su Radio 24, il leader della Lega Matteo Salvini ha elogiato (min. 23:08) le misure adottate in Ungheria dal governo guidato da Viktor Orbán per far crescere la natalità, citando per esempio il fatto che una madre ungherese con almeno quattro figli non paga le tasse. Secondo Salvini, il «tasso di incremento demografico» in Ungheria è il «più avanzato d’Europa». 

Abbiamo verificato e i numeri dicono che il leader della Lega esagera.

La crescita demografica in Ungheria

Per fare un confronto tra i Paesi europei, la fonte più completa e autorevole è Eurostat, l’ufficio statistico dell’Unione europea, che lo scorso luglio ha pubblicato i dati più aggiornati sulla popolazione negli Stati membri. 

Numeri alla mano, nel 2021 l’Ungheria – così come l’Italia – è stato uno dei 10 Stati membri dell’Ue a registrare un calo della popolazione rispetto all’anno precedente (-4,3 abitanti ogni mille) e una diminuzione c’era anche stata nel 2020 e nel 2019. In 17 Paesi, invece, il numero degli abitanti è cresciuto, seppure con ampie differenze. Tra questi ci sono gli altri tre grandi Paesi Ue: Germania, Francia e Spagna.

Si potrebbe obiettare che su questi numeri pesi la pandemia di Covid-19, scoppiata a febbraio 2020, anche se, come abbiamo visto, il calo della popolazione in Ungheria c’era già nel 2019. Vediamo allora che cosa dicono i dati solo sulle nascite. 

Partiamo dal tasso crudo di natalità, ossia dal numero di nuovi nati ogni mille abitanti. Nel 2021 questo indicatore in Ungheria è stato pari a 9,7, in linea con quello degli anni precedenti. Sui 27 Paesi dell’Ue, il tasso crudo di natalità è il dodicesimo più alto

Discorso simile vale per il tasso di fecondità totale, ossia il numero medio di figli per donna in età feconda. Nel 2020 (ultimo anno disponibile) questo indicatore era pari a 1,59, in crescita rispetto all’1,55 del 2019 e del 2018. Francia, Romania, Repubblica Ceca, Danimarca, Svezia e Irlanda avevano però un tasso di fecondità totale superiore all’Ungheria.

Il verdetto

Secondo Matteo Salvini, in Ungheria il tasso di incremento demografico è il «più avanzato d’Europa». Abbiamo verificato che cosa dicono i numeri e il leader della Lega esagera.

Secondo i dati Eurostat più aggiornati, tra il 2019 e il 2021 la popolazione ungherese ha continuato a calare, mentre in molti Paesi dell’Unione europea è cresciuta.

Il tasso crudo di natalità in Ungheria è il dodicesimo più alto dell’Ue, mentre il tasso di fecondità totale è settimo.
Pagella Politica

Sostieni Pagella

Aiutaci a realizzare il nostro progetto per una nuova informazione politica in Italia.
La politica senza chiacchiere
Unisciti a noi
Newsletter

il franco tiratore

Dal lunedì al venerdì alle 18
La newsletter quotidiana curata dal direttore Giovanni Zagni. Uno sguardo critico e affilato per concludere la giornata, un punto sui personaggi e gli eventi della politica italiana.

Ultimi fact-checking

  • «Dopo la discesa in campo di Berlusconi e quasi alla pari con Scelta civica, il risultato del Terzo polo è il migliore per un movimento al debutto elettorale nella storia della seconda Repubblica»

    26 settembre 2022
    Fonte: Twitter
  • «Il Paese ha votato al 70 per cento partiti che non hanno votato per niente o parzialmente la fiducia a Draghi»

    26 SETTEMBRE 2022
    Fonte: Facebook