Sul Rdc Sibilia cita dati corretti, ma distorce le parole di Berlusconi, Meloni e Salvini

Il 25 agosto il sottosegretario al Ministero dell’Interno Carlo Sibilia (Movimento 5 stelle) ha scritto sui social che grazie al reddito e alla pensione di cittadinanza, e al reddito di emergenza, «4 milioni di persone percepiscono attualmente una forma di sostegno economico a contrasto della povertà».

Sibilia ha anche pubblicato una grafica in cui sono riportati tre virgolettati dei leader del centrodestra, a dimostrazione, secondo il sottosegretario, che «alcuni parlano da anni, noi abbiamo realizzato fatti» (Figura 1).
Figura 1. I virgolettati attribuiti da Sibilia ai tre leader del centrodestra
Figura 1. I virgolettati attribuiti da Sibilia ai tre leader del centrodestra
Abbiamo verificato e se il dato dei «4 milioni» di beneficiari è un po’ impreciso, per difetto, i virgolettati sono stati riportati in maniera distorta.

Quanti sono i beneficiari del reddito di cittadinanza e di emergenza

Iniziamo dai numero sul reddito di cittadinanza e di emergenza. Secondo i dati più aggiornati dell’Inps, a luglio di quest’anno i nuclei familiari che prendevano il reddito o la pensione di cittadinanza erano quasi un milione e 376 mila (Tav. 1.5). In totale le persone coinvolte da questa misura erano oltre 3 milioni, per un importo medio mensile di circa 548 euro.

A luglio i nuclei percettori del reddito di emergenza – misura introdotta a maggio 2020 dal precedente governo Conte e prorogata dal governo Draghi fino a settembre 2021 – erano invece 573 mila (Tav. 2.1), per un totale di quasi un milione e 304 mila persone coinvolte. In questo caso l’importo medio mensile del beneficio è stato di poco meno di 544 euro.

Ricapitolando: mettendo insieme il reddito di cittadinanza e quello di emergenza, nel complesso i beneficiari totali in questo 2021 sono stati circa 4,3 milioni, un numero un po’ più alto di quello citato da Sibilia.

Curiosità: la frase scritta da Sibilia – «4 milioni di persone percepiscono attualmente una forma di sostegno economico a contrasto della povertà» – compare identica in un articolo pubblicato sul sito del Movimento 5 stelle lo scorso 17 giugno.

Che cosa c’è di vero nei virgolettati di Berlusconi, Meloni e Salvini

Come abbiamo anticipato, il sottosegretario Sibilia ha poi pubblicato tre virgolettati attribuiti al presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi, al segretario della Lega Matteo Salvini e alla presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni. Vediamo se corretti o meno.

A Berlusconi Sibilia attribuisce la seguente frase, datata a gennaio 2018: «Mille euro a tutti sul conto corrente». Il riferimento è alle promesse fatte dal leader di Forza Italia durante la campagna elettorale per le politiche di marzo 2018. All’epoca Berlusconi non aveva però proposto di dare «mille euro a tutti», ma a chi si trovava in condizioni di povertà assoluta e a chi prendeva la pensione minima.

Secondo Sibilia, a marzo 2020 Meloni avrebbe invece voluto dare «mille euro per i poveri». In realtà la presidente di Fratelli d’Italia, nel pieno della prima ondata della pandemia di Covid-19, aveva mandato una lettera all’allora presidente del Consiglio Giuseppe Conte per far erogare mille euro non genericamente ai poveri, ma alle famiglie e ai lavoratori più colpiti dalle chiusure.

Infine, nella grafica pubblicata dal sottosegretario dell’Interno del M5s si legge che Salvini, a giugno 2021, avrebbe proposto di dare «10 mila euro a chi ha tre figli». Questo è vero a metà. Lo scorso giugno, mentre in Parlamento era in discussione il decreto “Sostegni bis”, la Lega aveva proposto (min. 15:45) – senza successo – di dare 10 mila euro per le famiglie che avrebbero avuto un terzo figlio nel 2021, e non a tutte le famiglie con già tre figli.

Prima di concludere, sottolineiamo che – al di là della bontà o meno di queste proposte – i tre partiti in questione, a differenza del Movimento 5 stelle, quando hanno formulato le loro proposte non si trovavano in una posizione di maggioranza all’interno del governo per provare a concretizzarle.

In conclusione

Secondo Carlo Sibilia (M5s), «4 milioni di persone percepiscono attualmente una forma di sostegno economico a contrasto della povertà» grazie al reddito di cittadinanza e a quello di emergenza. Abbiamo verificato e, in base ai dati aggiornati a luglio 2021, il dato corretto è di circa 4,3 milioni.

Per dimostrare l’efficacia delle promesse del M5s, il sottosegretario al Ministero dell’Interno ha poi attribuito tre virgolettati su proposte avanzate dai leader del centrodestra – Silvio Berlusconi, Giorgia Meloni e Matteo Salvini – distorcendone però il loro significato originale.
Newsletter

I Soldi dell’Europa

Ogni due settimane
Il lunedì, le cose da sapere sugli oltre 190 miliardi di euro che l’Unione europea darà all’Italia entro il 2026.

Ultimi articoli