Le proposte di legge più bizzarre di inizio legislatura

Dalla promozione del lievito madre ai pugnali sikh, passando per la mototerapia, i nuovi parlamentari hanno già proposto quasi 600 provvedimenti in una settimana
Pagella Politica
La diciannovesima legislatura è iniziata da meno di una settimana e i parlamentari hanno già depositato quasi 600 progetti di legge. Tra questi, alcuni spiccano per originalità, mentre altri sono già stati depositati in passato, con scarsi risultati. Un esempio è il testo, che ha sollevato molte critiche, presentato di nuovo dal senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri per riconoscere la capacità giuridica del feto sin dal momento del concepimento.

Dalla tutela degli insetti alla promozione del lievito madre, passando per le tradizioni sikh e le mototerapia, abbiamo raccolto i progetti di legge più strani e curiosi depositati in questo inizio di legislatura.

Gli animali, prima di tutto

Vari testi depositati in Parlamento riguardano gli animali e molti di questi sono stati presentati dalla deputata del gruppo Misto Michela Vittoria Brambilla, eletta con Forza Italia, da sempre attiva per la causa animalista nonostante sia stata la deputata più assenteista della scorsa legislatura. Dal 13 ottobre, giorno di inizio della diciannovesima legislatura, a oggi, Brambilla ha depositato 47 proposte di legge, la gran parte delle quali riguardano la tutela degli animali. 

Per esempio, un testo propone di modificare l’articolo 844 del codice civile in materia di «immissioni sonore» degli animali, una riguarda i servizi di sepoltura degli animali domestici, mentre un’altra punta a istituire un’anagrafe dei gatti. Oltre a Brambilla, il senatore Pietro Lorefice (Movimento 5 stelle) ha avanzato la proposta di una legge delega per la protezione degli insetti a livello nazionale. Una legge delega, lo ricordiamo, è una legge con cui il Parlamento assegna al governo il compito di regolare una determinata materia attraverso uno o più atti, chiamati decreti legislativi.

Le festività e le tradizioni popolari

Alcuni parlamentari hanno invece a cuore le festività e le tradizioni popolari. Per esempio, il 13 ottobre, il già citato senatore Gasparri ha presentato un disegno di legge per ripristinare la festività nazionale del 4 novembre, la giornata tradizionalmente dedicata all’unità nazionale e alle forze armate, mentre la deputata Renate Gebhard (Südtiroler Volkspartei) ha depositato una proposta di legge per ripristinare la festività di San Giuseppe, il 19 marzo. Il deputato del Partito democratico Stefano Vaccari ha avanzato una proposta di legge per l’esecuzione della canzone “Bella Ciao” nelle cerimonie ufficiali per la festa del 25 aprile. 

Per quanto riguarda le tradizioni popolari, il senatore Walter Verini (Pd) ha proposto alcune disposizioni per la promozione «dei cortei in costume e dei giochi storici», mentre il deputato Federico Fornaro, eletto anche lui con il Pd, ha depositato una proposta per la tutela dell’agricoltura contadina. 

Altri disegni di legge puntano invece a tutelare tradizioni più specifiche, che hanno a che fare con i territori di provenienza dei loro proponenti, come quello presentato dalla deputata del Trentino Alto-Adige Vanessa Cattoi (Lega), che prevede «norme per la valorizzazione della castanicoltura da legno e delle attività culturali collegate alla presenza storica del castagno sul territorio». 

Lieviti madre e santuari dell’acqua

Altri disegni di legge sfuggono a ogni tentativo di classificazione, come quello depositato il 13 ottobre dal deputato leghista Eugenio Zoffili per promuovere l’impiego del «lievito di madre fresco». Va detto che anche nella scorsa legislatura alcuni disegni di legge puntavano a tutelare la produzione e la vendita del pane fresco, ma nessuno aveva presentato provvedimenti specifici sul lievito madre.

Fanno il loro esordio in Senato anche i «santuari dell’acqua potabile», la cui istituzione è stata proposta da Lorefice. Il programma elettorale del partito di Giuseppe Conte per le elezioni del 25 settembre prevedeva di «tutelare i grandi bacini idrogeologici, con la protezione ambientale delle relative sorgenti, da custodire come “Santuari dell’acqua potabile”», senza però specificare che cosa siano effettivamente questi luoghi “sacri”.

Eterni ritorni

Alcune tra le proposte presentate all’inizio di questa legislatura sono comunque già state presentate in passato. Come anticipato, la proposta di Gasparri sul «riconoscimento della capacità giuridica del concepito» era già stata presentata nella scorsa legislatura, senza mai iniziare il suo esame in Parlamento. Inoltre, il senatore di Forza Italia in questi giorni ha depositato anche un disegno di legge per istituire la “Giornata della vita nascente”, un tema su cui in passato diversi schieramenti politici hanno già presentato dei provvedimenti: nel solo 2021, infatti, erano state depositate almeno sei proposte di legge con questo titolo, provenienti dal Pd, dalla Lega, da Forza Italia e da Fratelli d’Italia. 

Un’altra proposta datata è quella avanzata il 13 ottobre dal deputato di Fratelli d’Italia Edmondo Cirielli, che punta a istituire una commissione di inchiesta sulla vicenda dei fucilieri di marina Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, i famosi “Marò”. Cirielli aveva già presentato la stessa proposta a gennaio 2014 e a marzo 2018, ma entrambi i testi non hanno mai superato l’esame in commissione. 

Sempre il 13 ottobre, il deputato della Lega Massimiliano Panizzut ha poi avanzato una proposta di legge per riconoscere e promuovere la «mototerapia». Un’iniziativa simile era stata portata avanti nel 2021 da un altro deputato leghista, Mauro Sutto, e il testo spiegava che la mototerapia prevede lo svolgimento di esibizioni di motocross freestyle all’aperto o all’interno degli ospedali e sono dedicate ai bambini e agli adulti con disabilità o con patologie gravi.

Un’altra deputata leghista, Silvana Andreina Comaroli, ha proposto di regolare il «porto del kirpan da parte dei cittadini e degli stranieri di confessione sikh legalmente residenti nel territorio della Repubblica». Il kirpan è un pugnale sacro che i sikh sono tenuti a portare con sé da un obbligo religioso. La pratica aveva fatto discutere in passato e sempre Comaroli aveva depositato lo stesso progetto di legge a maggio 2015 e poi a marzo 2018

Tra le altre proposte di legge che tornano in Parlamento ce n’è una di iniziativa popolare che punta a sospendere l’obbligo vaccinale per l’«età evolutiva», ossia il periodo che va dalla nascita fino al venticinquesimo-trentesimo anno d’età. La proposta è stata avanzata il 13 ottobre e, come tutte le proposte di legge di iniziativa popolare, il comitato promotore ha dovuto raccogliere almeno 50 mila firme. Al momento, il testo non è ancora disponibile, ma la stessa proposta era stata depositata a settembre 2018 da alcuni comitati per la “Libertà di scelta” in ambito vaccinale. La proposta non ha mai superato l’esame in commissione alla Camera.

AIUTACI A CRESCERE NEL 2023

Siamo una testata indipendente da partiti e grandi gruppi economici o editoriali. L’informazione politica che abbiamo in mente si basa su dati, fatti, numeri. E sul fact-checking rigoroso delle dichiarazioni dei politici. Se anche tu credi che si possa fare, puoi sostenere il nostro lavoro con soli 4 euro al mese.
Scopri che cosa ottieni
Newsletter

il franco tiratore

Dal lunedì al venerdì alle 18
La newsletter quotidiana curata dal direttore Giovanni Zagni. Uno sguardo critico e affilato per concludere la giornata, un punto sui personaggi e gli eventi della politica italiana.

Ultimi articoli