Quanto costa iscriversi a un partito

Da zero a 50 euro, le quote per i tesseramenti sono variabili e possono aumentare di molto se si hanno incarichi politici
ANSA
ANSA
Il 12 dicembre la deputata Elly Schlein si è iscritta al Partito democratico, nello storico circolo della Bolognina, in piazza dell’Unità a Bologna. La settimana prima, Schlein aveva annunciato a un evento a Roma la sua candidatura alla segreteria del partito, al quale non era ancora iscritta, nonostante fosse stata eletta in Parlamento nelle sue liste alle elezioni politiche del 25 settembre. 

La fine del 2022 si sta avvicinando e, per i comuni cittadini, alcuni partiti danno ancora la possibilità di tesserarsi, mentre altri hanno già chiuso le iscrizioni, in attesa delle campagne per il prossimo anno. Procedure e scadenze a parte, quanto costa iscriversi oggi a un partito in Italia? Abbiamo fatto un po’ di conti.

I partiti all’opposizione

Partiamo dai partiti all’opposizione in Parlamento, e dal già citato Partito democratico: la sua quota di iscrizione è fissata a un valore minimo di 15 euro, che nel 2022 e 2023 sale a 20 euro, con un «contributo straordinario» di 5 euro. A livello regionale il costo dell’iscrizione può aumentare ancora, ma deve comunque rimanere sotto la soglia dei 40 euro. Chi ha tra i 16 e i 26 anni ha uno sconto del 50 per cento, mentre se si ricoprono incarichi politici c’è un ulteriore contributo da versare al partito: si va dai 10 euro in più per chi è consigliere comunale nei comuni fino a 15 mila abitanti ai 500 euro per i parlamentari nazionali ed europei.

All’interno di Alleanza Verdi-Sinistra, sia Europa verde che Sinistra italiana hanno già chiuso il tesseramento per il 2022. Per Sinistra italiana, quest’anno l’iscrizione al partito richiedeva una quota libera, con un contributo minimo di 15 euro. L’iscrizione a Europa verde è invece gratuita per le persone sotto ai 26 anni di età, mentre per tutte le altre costa 10 euro. 

Il costo minimo per tesserarsi ad Azione è di 10 euro, quello Italia viva 15 euro (anche se si accettano versamenti di importo superiore). L’iscrizione a Più Europa è quella più cara: la quota minima per tesserarsi al partito è di 50 euro (ridotta a 25 euro per chi ha meno di 25 anni di età), che aumenta di 5 euro se si vuole la tessera fisica. 

Tra i partiti all’opposizione, l’unico che non prevede nessun costo per l’iscrizione è il Movimento 5 stelle.

I partiti al governo

Per quanto riguarda i partiti che sostengono il governo Meloni, il costo minimo per iscriversi a Fratelli d’Italia è di 10 euro, per ricevere la “tessera sostenitore”, mentre il massimo è di 500 euro, per la “tessera tricolore”, lo stesso costo a cui devono far fronte i parlamentari del partito. 

Il tesseramento alla Lega richiede un versamento di 10 euro e la stessa cifra è la quota minima per aderire a Forza Italia. Il partito di Silvio Berlusconi chiede un ulteriore sforzo economico per gli eletti nei consigli regionali e i parlamentari: chi vuole iscriversi al partito deve versare nelle casse di Forza Italia mille euro.

AIUTACI A CRESCERE NEL 2023

Siamo una testata indipendente da partiti e grandi gruppi economici o editoriali. L’informazione politica che abbiamo in mente si basa su dati, fatti, numeri. E sul fact-checking rigoroso delle dichiarazioni dei politici. Se anche tu credi che si possa fare, puoi sostenere il nostro lavoro con soli 4 euro al mese.
Scopri che cosa ottieni
Newsletter

il franco tiratore

Dal lunedì al venerdì alle 18
La newsletter quotidiana curata dal direttore Giovanni Zagni. Uno sguardo critico e affilato per concludere la giornata, un punto sui personaggi e gli eventi della politica italiana.

Ultimi articoli